Medici ed Operatori Salute

Donna disabile- Un aborto che poteva essere evitato

Ancora un giovane donna al centro di una storia di degrado. Ancora un carnefice, un uomo, che abusa di una donna con ritardi mentali senza curarsi delle conseguenze. Una famiglia, forse non consigliata dal proprio medico, che non pensa di far prescrivere alla donna, in via preventiva, un mezzo anticoncezionale. Questo in estrema sintesi, il caso sul quale il Giudice Tutelare del Tribunale di Catanzaro ha dovuto pronunciarsi, con il decreto del 18 novembre 2013, per respingere la richiesta di aborto e la sterilizzazione coatta proposta dal tutore.

Cassazione: come cambia la colpa medica. Dall'ufficio del Massimario un anno di sentenze sulla responsabilità

L'ufficio del Massimario della Corte di cassazione con la tradizionale raccolta annuale della giurisprudenza, affidata alla sapiente e magistrale opera di Marco Rossetti, traccia i contorni e il contenuto della responsabilità sanitaria.
Nel 2013 gli orientamenti in campo civile non hanno fatto registrare significativi mutamenti, salvo che nel caso del risarcimento della responsabilità da nascita indesiderata che aveva avuto, come punto di svolta, l'ormai famosa e dibattuta sentenza n. 16754/2012.

Cassazione: niente sconti al medico distratto

Non basta che il sanitario metta mano al portafoglio per non dover rispondere del reato di omicidio colposo e per avere diritto alle attenuanti generiche.
Non può invocare a sua difesa il principio di affidamento che consiste nel confidare nel fatto che un paziente sia seguito dal suo medico di fiducia. Risponde dell'incompetenza altrui chi è nelle condizioni di avvedersi, con un'ordinaria diligenza, di un palese e grave errore diagnostico. Nessuno può invocare l'esonero da responsabilità confidando che un altro provveda a correggere il proprio errore.

Pagine

Abbonamento a RSS - Medici ed Operatori Salute