Il medico di famiglia ricusa il paziente. L'azienda sanitaria chiede obbligatoriamente una motivazione. La ragione è delicata ed il medico teme di violare il segreto professionale. Quale soluzione?

Un tema delicato che richiede una procedura in grado di garantire il diritto del paziente a non essere discriminato e l'obbligo del medico di segretezza delle conversazioni che si tengono tra medico e paziente.A volte basta una procedura adeguata! scarica il pdf